New Decreto

New Decreto

Superbonus 110, sbloccati i fondi: la cessione del credito può ripartire:

 

Dopo la discussione in Senato e il buon esito della trattativa, può ripartire il mercato delle agevolazioni edilizie, bloccato in quest’ultimo periodo dagli istituti bancari a causa della difficoltà a cederli. Ance e Abi soddisfatti della mediazione tra governo e forze politiche.

 

Dopo settimane di stallo, alla fine la battaglia per il superbonus si è conclusa, grazie a una mediazione risolutiva del governo che ha messo d’accordo tutti i partiti. Per sbloccare la situazione, Palazzo Chigi, grazie al lavoro di mediazione del sottosegretario all’Economia Federico Freni, ha riscritto la formulazione della responsabilità in solido per la cessione dei crediti legati ai bonus edilizi, specificando che ogni addebito sarà circoscritto ai casi di violazione “con dolo o colpa grave”

 

MECCANISMI – Secondo l’accordo tra i partiti, si rischia di finire nei pasticci solo nei casi di condotta fraudolenta, truffa o quantomeno un’operazione connotata da scarsa diligenza. Per quanto riguarda i crediti sorti prima delle misure nate in funzione antifrode, l’emendamento del governo stabilisce che la responsabilità in solido, per soggetti diversi da banche, intermediari finanziari e assicurazioni, sarà circoscritta ai casi di dolo o colpa grave, ma sarà necessaria la presentazione di visti di conformità asseverazioni e attestazioni “ora per allora”

 

GLI EFFETTI – Questo allargamento della casistica può avere alcuni effetti positivi: per tutta l’estate le richieste per il Superbonus sono cresciute ma spesso sono rimaste parcheggiate nel cassetto fiscale, creando accumuli per gli operatori difficili da smaltire. In questo modo le banche e gli altri operatori finanziari possono essere più liberi nella gestione del credito e quindi non bloccare il mercato e le richieste.

 

 

Compare Listings

Titolo Prezzo Stato Tipo Area Scopo Camere da letto Bagni